Caduta capelli donne: il parrucchiere

Caduta capelli donne: il parrucchiere

0 By Giorgia Sammarco

Andare dal parrucchiere è un vero e proprio rito per tante donne che amano tenere la propria chioma sempre ben ordinata.  Il parrucchiere però non è sempre il miglior amico dei capelli femminili.  Molti dei trattamenti proposti da questo professionista della bellezza possono essere la causa della caduta dei capelli. Ecco perché è molto meglio evitare sedute troppo frequenti e accontentarsi talvolta di un look più naturale e selvaggio. Ma vediamo quali sono i trattamenti nemici dei capelli.

Caduta capelli donne: la tintura

La tintura dei capelli non conosce età: le persone giovani si tingono i capelli per modificarne il colore, talvolta dando libero sfogo alla fantasia con colori pazzi e innaturali, mentre alla comparsa dei primi capelli bianchi diventa quasi una necessità per nascondere i segni del tempo che passa. La tintura è un espediente di bellezza a cui le donne fanno ricorso da centinaia di anni, tuttavia, ieri come oggi, non è un trattamento che favorisce la salute dei capelli.

La tintura è un trattamento chimico che stressa fortemente i capelli. Anche se si impiegano prodotti di ottima qualità, la tintura non risulta mai un toccasana per la capigliatura. Le sostanze di cui sono fatte infatti penetrano direttamente nel fusto del capello, interagendo con la melanina. Quando si vuole schiarire i propri capelli risulta poi necessario il ricorso alla decolorazione. La decolorazione è un processo chimico che distrugge la melanina dei capelli.

Se non si riesce a fare a meno della tinta per capelli, sarebbe meglio ricorrere alle tinture semi permanente. Queste tinture vanno via dopo circa otto lavaggi dei capelli, ma presentano il vantaggio di non essere composte da sostanze che penetrano nel capello. Un’altra soluzione è quella di ricorrere a tinte di origine vegetale, come l’hennè, che non solo non sono dannose, ma esercitano un influsso  benefico sulla capigliatura.

Caduta capelli donne: la permanente e lo stiratura

Non si è mai contente dei proprio capelli: chi li ha lisci, vorrebbe averli ricci e chi li ha ricci, vorrebbe averli lisci. Per arricciare i capelli si ricorre alle permanente, mentre per renderli lisci si ricorre allo stiratura. Si tratta di trattamenti a lunga durata, il cui effetto dura da uno a due mesi. Permanente e stiratura si effettuano con il ricorso a sostanze chimiche che vanno a forzare l’equilibrio chimico dei capelli. Il capello ne esce così provato che dopo è consigliabile trattarlo costantemente con sostanze che lo vanno a nutrire. Come le tinture, chiaramente non sono affatto un toccasana per i capelli e possono provocarne la caduta.

Caduta capelli donne: il phon e la piastra

Le fonti di calore eccessivo sono un’altra causa di stress per i capelli. Anche solo il comunissimo phon può comprometterne la salute, per questo è meglio, tutte le volte che sia possibile, lasciare asciugare i capelli al sole. Ma se il phon compromette la salute dei capelli, ancora di più lo fa la piastra usata dai parrucchieri per lisciare o arricciare i capelli. Con la piastra il capello viene infatti bombardato da una fonte di calore troppo forte e ravvicinata, sfibrandosi. Un capello poco sano è più facile che cada.