Caduta capelli donne: la tiroide

Caduta capelli donne: la tiroide

15 Giugno 2018 0 Di Giorgia Sammarco

La caduta dei capelli nelle donne può anche essere legata a disturbi della tiroide. Una tiroide non perfettamente funzionante si riconosce anche dalla condizione dei propri capelli. I capelli infatti sono lo specchio dello stato generale di salute del nostro organismo. Le funzionalità dei bulbi vengono ridimensionate nel momento in cui l’organismo è sottoposto ad uno stress o ad una malattia. In questo modo tutte le energie necessarie vengono convogliate verso la guarigione. Ecco perché in caso di malattie della tiroide, i capelli ne possono risentire.

Le malattie della tiroide e i capelli

Sono due le malattie che possono colpire la tiroide: l’ipotiroidismo e l’ipertiroidismo. L’una consiste nell’incapacità dell’organismo di sintetizzare gli ormoni tiroidei, mentre l’altra è il suo esatto opposto, cioè prevede una produzione anomala di ormoni. Anche se gli effetti delle due malattie sull’organismo sono generalmente molto diversi, l’effetto che entrambe hanno sui capelli è analogo. I capelli ne escono molto provati, presentandosi sciupati e fragili. Inoltre cadono a ciuffi, provocando alopecia.

La caduta dei capelli dovrebbe allarmare soprattutto le donne. Le donne sono meno soggette alla perdita dei capelli rispetto agli uomini, quindi quando questa si verifica devono interrogarsi sulle cause patologiche che hanno prodotto il fenomeno. La caduta dei capelli in una certa misura è assolutamente normale, quando però si nota un pessimo aspetto dei capelli, associato alla caduta a ciuffi degli stessi, ci si dovrebbe fare qualche domanda in merito ad un eventuale cattivo funzionamento della tiroide. Potrebbero infatti essere, soprattutto nelle donne, indicatori di una malattia tiroidea. E’ bene fare i dovuti controlli per escludere questa eventualità.

Come evitare la caduta dei capelli

La caduta dei capelli per malattia della tiroide è temporanea. Si tratta di un fenomeno strettamente legato alla malattia, per cui se si inizia a trattare la malattia, anche la caduta dei capelli cessa. I risultati però non si vedono nell’immediato, ma ci vuole qualche mese per ripristinare la corretta funzionalità dei follicoli compromessi dalla malattia ed ottenere un risultato esteticamente rilevante. Tuttavia bisogna fare attenzione anche al trattamento che viene impiegato nella cura della tiroide. Alcuni farmaci hanno tra gli effetti collaterali appunto la caduta dei capelli.