Come curare i capelli con le erbe ayurvediche

Come curare i capelli con le erbe ayurvediche

5 Dicembre 2019 0 Di Giorgia Sammarco

Uno dei trend maggiori per chi ama curare i capelli con soluzioni naturali sono le erbe ayurvediche: ma di cosa si tratta? E come funzionano?

Le erbe ayurvediche sono erbe naturali che hanno delle speciali proprietà terapeutiche, e utilizzate nell’Ayurveda, la medicina tradizionale dell’India. Queste erbe vengono raccolte, essiccate e poi ridotte in polvere e utilizzate per diversi scopi benefici.
Le erbe ayurvediche vengono sia utilizzate sulla pelle che sui capelli, e sono 100% naturali. Ognuna di esse può rispondere ad un’esigenza particolare, e sono ottime per i capelli, perché hanno gli stessi benefici di shampoo o maschere ma senza l’utilizzo di sostanze chimiche stressanti per la cute.

Le erbe ayurvediche devono essere utilizzate creando una crema con acqua calda (non fredda, perché non attiva le proprietà delle erbe), e mescolarle fino a eliminare tutti i grumi. Inoltre, è importante mescolare il composto con un cucchiaio di legno o plastica, perché il metallo può interferire con l’azione delle erbe.
Inoltre, è importantissimo non inalare o ingerire le erbe ayurvediche.

Vediamo quali sono le principali erbe ayurvediche per la cura dei capelli, e come utilizzarle.

Indice degli argomenti

Shikakai

Lo shikakai è un’erba ayurvedica fantastica: il suo potere è lavante, stimola la crescita dei capelli e condiziona i capelli. Inoltre, è ottimo per controllare il crespo dei capelli. Di solito lo Shikakai viene utilizzato assieme ad altre erbe (come Neem, Reetha o Amla), ma si può anche utilizzare da solo.

Grazie al suo alto contenuto di saponine, è considerabile un vero e proprio shampoo naturale. Basta scioglierlo nell’acqua tiepida o calda, e applicarlo sulla cute (non è necessario applicarlo sulle lunghezze). Una posa di 15-20 minuti è più che sufficiente. Dopodiché, è necessario sciacquare con acqua abbondante.

Amla

L’Amla è un’ottima soluzione per i capelli grassi o con forfora. Agisce come stimolante per la crescita dei capelli e come purificante per la cute. L’Amla viene anche utilizzato come maschera viso per purificare la pelle.
Si possono preparare impacchi di Amla oppure metterla insieme allo Shikakai per creare uno shampoo naturale anti grasso e anti forfora.
Attenzione: se hai effettuato da poco una tinta oppure hai utilizzato dell’henné per colorare i capelli l’Amla potrebbe avere un effetto negativo sul colore.

Methi

Il Methi è un’erba ayurvedica ottima per donare volume e morbidezza ai tuoi capelli. È ottima per creare maschere, soprattutto se mescolata ad altre erbe. Come per le altre erbe, va sciolta in acqua calda e applicata sulla cute e sulle lunghezze. Una posa di 10-15 minuti è sufficiente, ma si può tenere anche un po’ di più.

Ghassoul

Il Ghassoul è un’altra erba con alta quantità di saponine: è dunque ottima per lavare i capelli e creare uno shampoo naturale. Il Ghassoul è l’erba ayurvedica più indicata per chi ha i capelli molto grassi, perché ha un’alta capacità sebo regolatrice. Anche il Ghassoul viene utilizzato per le maschere viso.

Neem

L’erba ayurvedica Neem è ottima come coadiuvante in uno shampoo di erbe con Shikakai e Amla, ma anche per impacchi per contrastare la forfora. È un’erba abbastanza delicata, meno aggressiva rispetto a Amla e Ghassoul, ma molto efficace.