Cosmetici per  la calvizie: fondotinta per nascondere il cuoio capelluto

Cosmetici per la calvizie: fondotinta per nascondere il cuoio capelluto

27 Marzo 2018 0 Di Giorgia Sammarco

La calvizie è un fenomeno estremamente diffuso, eppure molto difficile da accettare da parte di chi ne è colpito. I capelli sono un simbolo di bellezza sia per l’uomo che per la donna e la perdita, temporanea o irreversibile, è difficile da buttare giù. Quando i capelli per una qualsiasi ragione iniziano a diradarsi, si cerca di correre ai ripari. Oggi esistono dei sistemi per nulla invasivi che permettono di minimizzare il diradamento dei capelli. Tra questi troviamo il fondotinta per mascherare il cuoio capelluto Vediamo nello specifico come funziona.

Che cos’è il fondotinta antidiradamento

Il fondotinta è utilizzato per mascherare il cuoio capelluto e fa parte dei rimedi cosmetici contro alopecia e calvizia. Si tratta di un sistema non invasivo come possono essere quelli a base di farmaci o il trapianto. Certo non è una soluzione definitiva, infatti i capelli non ricresceranno, però è un rimedio comodo e pratico per chi vuole sentirsi a proprio agio senza ricorrere a sistemi più drastici.

Il fondotinta per nascondere la calvizie si presenta, proprio come il classico cosmetico  per il viso, sotto forma di polvere. Esso va applicato sul cuoio capelluto privo di capelli con una spugnetta per colorarlo di una tonalità simile a quella della propria chioma. L’applicazione della polvere assorbe il sebo presente sul cuoio capelluto, eliminando l’effetto lucido. Visivamente si ottiene un effetto di riempimento della zona diradata.

Fondotinta antidiradamento e altri metodi a confronto

Il fondotinta antidiradamento non è l’unica soluzione per mascherare la perdita dei capelli. Esiste un altro sistema che può essere utilizzato in alternativa o in aggiunta al fondotinta: le fibre per capelli. Con le fibre non si va a colorare la cute. Esse, che possono essere di cheratina o cotone, aderiscono al fusto dei capelli (anche se sottili e diradati), donando un effetto di infoltimento.

Chi ha provato entrambi i sistemi è solitamente d’accordo nel sostenere che le microfibre sono il sistema migliore per contrastare il diradamento. Innanzitutto perché sono più facili da usare e anche una mano poco esperta riesce ad ottenere grandi risultati. In secondo luogo perché donano al capello un reale effetto di infoltimento, dato che vanno materialmente a riempire le zone diradate. Il fondotinta antidiradamento ha il vantaggio di una durata di posa superiore e alcuni modelli sono anche resistenti all’acqua, quindi possono essere utilizzati in piscina o al mare. Il problema è però che è più difficile da usare e senza una buona manualità si finisce con ottenere un risultato tutt’altro che soddisfacente.

Chiaramente i migliori risultati si ottengono utilizzando entrambi i prodotti, che possono essere complementari. Si sfruttano così le virtù di entrambi. Ci vuole comunque molta pratica e allenamento per ottenere un effetto ottimale.