La calvizie nel mondo dello spettacolo

La calvizie nel mondo dello spettacolo

25 Giugno 2018 0 Di Giorgia Sammarco

Alopecia e calvizie sono due inestetismi molto democratici, che non fanno alcuna distinzione tra le persone: colpiscono indifferentemente chiunque. Non solo le persone comuni sono ossessionate da questo problema, ma anche i vip possono esserne colpiti. Ma nel mondo dello spettacolo la propria immagine è parte integrante del proprio lavoro, quindi non sempre è facile per attori, cantanti e sportivi accettare un’alopecia o incipiente calvizie.

Il trapianto tra i vip

L’alopecia androgenetica, quella dovuta all’azione degli ormoni maschili, colpisce il 70% della popolazione maschile caucasica. Con una percentuale così alta è veramente difficile sfuggire al fenomeno. Certo una serie di azioni preventive possono ritardare e contenere la perdita dei capelli, ma mai arrestarla del tutto. Ecco perché molti uomini del mondo dello spettacolo decidono di ricorrere al trapianto.

Tra i personaggi nostrani che hanno fatto ricorso a questo espediente per mascherare la calvizie abbiamo l’ex allenatore della Juventus Antonio Conte. Conte non ha mai nascosto il fatto di essere ricorso al trapianto di capelli per rimediare alla perdita di capelli che l’ha colpito fin dalla giovane età.

Famosissimo è il caso dell’ex premier Silvio Berlusconi, che dopo anni in cui ha sfoggiato una evidente calvizie, si è sottoposto al trapianto.

Tra i personaggi stranieri che hanno fatto ricorso al trapianto ci sono il calciatore del Manchester United Wayne Rooney, il cantante inglese Robbie Williams, lo chef britannico Gordon Ramsey e l’attore americano Matthew McConaughey.

Wayne Rooney si è sottoposto al primo trapianto nel 2011, ma evidentemente qualcosa era andato storto perché i capelli invece di ricrescere sembrano diventare sempre più radi. In seguito pare si sia sottoposto a pratiche di medicina rigenerativa, che gli hanno regalato migliori risultati nel rinfoltimento dei capelli.

L’ex cantante dei Take That Robbie Williams ha ammesso di essere ricorso al trapianto, pur non avendone molto bisogno, in quanto colpito solo da un leggero diradamento.

Il quasi cinquantenne Gordon Ramsey, re indiscusso della cucina, è senza dubbio tra i trapianti vip meglio riusciti. Vedendolo sfoggiare la sua folta chioma bionda non si direbbe mai che si sia sottoposto a questo intervento.

Altro trapianto riuscitissimo è quello dell’attore americano Matthew McConaughey. Definito “l’uomo più sexy del pianeta”, ha probabilmente fatto ricorso al trapianto nel 1999, quando una evidente stempiatura gli stava facendo perdere fascino e carisma. L’attore non ammette di essere ricorso all’operazione, ma gli esperti non sono convinti.

Altri rimedi adottati dai vip

Oltre al trapianto, esistono rimedi meno invasivi, che spesso vengono adottati anche dai vip. Recentemente si è parlato molto di Angelo Sanzio del Grande Fratello, che durante la trasmissione ha mostrato alle telecamere un evidente diradamento, totalmente scomparso poi nella diretta settimanale della trasmissione. Il segreto di Angelo è l’uso delle microfibre di cheratina, sistema utilizzato dallo stesso ex premier Silvio Berlusconi che, nonostante il trapianto, durante le apparizioni pubbliche è solito infoltire la sua chioma con il ricorso alle fibre.

Vip che sfoggiano orgogliosamente la loro calvizie

Ma se alcuni vip vivono la loro calvizie con disagio, altri invece la sfoggiano orgogliosamente. Nel cinema italiano ci sono diversi attori calvi che puntano tutto sulla simpatia, piuttosto che sull’avvenenza fisica. Il cinema americano al contrario ci insegna che la calvizie può essere anche vissuta con orgoglio, rendendo sexy e carismatici quelli che la sfoggiano.

I maschi rasati sono spesso protagonisti di film d’azione hollywoodiani, questo perché la calvizie conferisce loro un aspetto da duro dal cuore tenero. Il personaggio che è diventata un’icona in questo senso è sicuramente Bruce Willis. L’attore americano era stempiato già agli esordi della sua carriera negli anni ’80. Quando il problema è diventato sempre più evidente, ha deciso di rasare i suoi capelli, e da allora li porta sempre così. Ma tra le icone dei film d’azione troviamo anche Jason Statham, Vin Diesel e Dwayne Johnson. 

Ma ecco due attori con un passato da capelloni, che oggi sfoggiano le loro teste calve: il James Bond più famoso di tutti i tempi, Sean Connery, e il fidanzato di Rose in Titanic, Billy Zane.

Anche il mondo dello sport ospita personaggi orgogliosi della propria calvizie come  Michael Jordan, il più grande giocatore di pallacanestro di tutti i tempi.