Tingere i capelli: quali sono i rischi

Tingere i capelli: quali sono i rischi

20 Dicembre 2018 0 Di Giorgia Sammarco

La volontà di seguire le ultime mode in fatto di capelli riguarda per lo più le donne, ma si sta diffondendo sempre di più anche tra gli uomini. Il colore dei nostri capelli diventa espressione della nostra personalità e la scelta di colori naturali o colori più folli la dice lunga su chi siamo e come vogliamo apparire agli altri. Ma cambiare colore ai nostri capelli porta con sé una serie di rischi che dobbiamo imparare a conoscere.

Non ci sarebbe bisogno di evidenziare i rischi che si corrono decidendo di usare le tinture chimiche sui nostri capelli. Ci sono stati ripetuti fino all’inverosimile e dovremmo esserne tutti consapevoli. Tuttavia la voglia di tingere i capelli rimane molto forte. Spesso c’è alla base un tentativo di negare il trascorrere del tempo, coprendo i capelli che inevitabilmente iniziano a diventare bianchi. Altre volte la decisione di tingere i capelli è semplicemente legata ad una insoddisfazione verso il proprio colore naturale, con il quale non ci si riesce a vedere bene.

Alternative naturali per tingere i capelli

Esistono svariate alternative naturali, ma non sono ovviamente efficaci come le tinture chimiche. La natura ci offre una vasta varietà di erbe tintoree, ma esse non hanno un potere colorante molto forte. La più famosa ed efficace è senza dubbio l’hennè. Questa erba dona ai capelli una colorazione rossastra, che non a tutti piace. Le sfumature di colore che è possibile ottenere dipendono dal colore di base: se questo è chiaro, i capelli tenderanno all’arancione; se è scuro, vireranno verso il mogano.

Altre erbe per tingere i capelli risultano essere meno efficaci e funzionano meglio sui capelli chiari. E’ facilmente intuibile infatti che è molto più facile scurire una chioma bianca o bionda piuttosto che schiarire una chioma nera o castana.

Decolorazione chimica per tingere i capelli

Quando vogliamo passare da una tonalità scura ad una chiara dobbiamo decolorare i nostri capelli. La decolorazione è quanto di peggio possiamo fare ai nostri capelli. Purtroppo però è molto diffusa, soprattutto dalle giovanissime che aspirano a colorare i loro capelli con tonalità innaturali come il verde, il blu o il rosa. Per avvicinarsi a questi colori bisogna infatti prima cancellare completamente il proprio tono naturale, per poter poi procedere con la tinta.

La decolorazione incide direttamente sulla corteccia, che è la parte più delicata del capello. In questa zona risiede la melanina, il pigmento che dona una colorazione ai nostri capelli. Con la decolorazione le squame del capello, che hanno una funzione protettiva, si aprono per permettere l’accesso delle sostanze chimiche che andranno a cancellare ogni traccia di melanina. Questo procedimento è molto dannoso per il capello e, a lungo andare, lo sfibra.

La decolorazione dovrebbe essere accuratamente evitata da chi ha problemi di capelli. Stressarli in questo modo può influire profondamente sulla loro caduta. E’ vero che le alternative naturali sono poco seducenti, ma per la conservazione della propria chioma è bene non lasciarsi tentare dai trattamenti chimici come la decolorazione.