Microfibre di cheratina e cotone: facciamo la conoscenza con questo incredibile prodotto contro il diradamento

Microfibre di cheratina e cotone: facciamo la conoscenza con questo incredibile prodotto contro il diradamento

1 By Giorgia Sammarco

Perdere i capelli è una piaga della nostra epoca. Molti uomini e donne ne sono colpiti per le più svariate ragioni. Sono infatti molte le possibili cause di una caduta dei capelli, che può essere provvisoria o definitiva.

Esistono molti trattamenti che promettono risultati a volte al limite del miracoloso, ma non tutti sono veramente efficaci. Bisogna veramente stare ben attenti perché molti giocano sull’ardente desiderio che le persone colpite da diradamento hanno di riacquistare una splendida chioma. C’è però un prodotto cosmetico che non fa false promesse. Esso non garantisce la ricrescita dei capelli, eppure riesce a risolvere il problema del diradamento in maniera molto soddisfacente. Si tratta delle microfibre di cheratina o di cotone. Andiamo a scoprire di che si tratta.

Cosa sono le microfibre

Quella contro la calvizie è una battaglia persa. Non esiste un modo efficace per far ricrescere i capelli perduti. Ci possono riuscire parzialmente i farmaci, ma devono essere assunti tempestivamente e in maniera continuativa per il resto della propria vita, accettando i possibili gravi effetti collaterali che provocano.

Ci sono però dei sistemi per ovviare alla perdita dei capelli, come il trapianto, che però è costoso e, non dobbiamo dimenticare, si tratta pur sempre di un’operazione.

Al trapianto si può preferire l’adozione di un sistema più dolce, come è l’impiego delle microfibre di cheratina o di cotone. Si tratta di un prodotto cosmetico che riesce a mascherare efficacemente la calvizie, migliorando il proprio look. Al pari del make up utilizzato dalle donne, la polvere di microfibre per capelli esaltano e migliorano l’aspetto in maniera temporanea, senza effetti collaterali.

Le microfibre possono essere usate da tutti, anche da chi si sta sottoponendo ad un trattamento dei capelli, e sono l’ideale nella fase successiva al trapianto, quando la situazione non si è ancora normalizzata.

Possono essere applicate in piena autonomia perché sono molto semplici da utilizzare: vanno applicate sui capelli asciutti, dopo lo shampoo, usando l’apposito applicatore presente sul tappo. Una volta in posa, restano lì fino al prossimo shampoo, resistendo alla pioggia, al sudore e al vento. Nessuno riesce a notare la loro presenza perché sono quasi impalpabili, anche se adempiono al loro compito efficacemente.

Come scegliere le microfibre

Quando si parla di microfibre una prima importante distinzione va fatta tra il materiale con cui sono realizzate. Le microfibre per capelli sono tradizionalmente di cheratina, una sostanza che compone il nostro capello, ma possono essere anche di cotone. La differenza tra questi due materiali sta nella forza elettrostatica della materia, che è più forte nel caso del cotone. Questo significa che le fibre di cotone hanno una maggiore aderenza, anche senza l’impiego di cosmetici fissanti.

Ci sono anche delle microfibre realizzate con materiali sintetici, ma ci sentiamo di sconsigliarle perché non garantiscono una buona traspirazione del cuoio capelluto. Questi prodotti possono provocare fastidiose allergie e irritazioni, quindi meglio evitarli. I prodotti a base di cheratina o cotone invece sono naturali (utilizzano quasi sempre anche dei coloranti di origine vegetale) e il loro utilizzo è assolutamente sicuro per la pelle e i capelli.

Strumenti per una migliore applicazione delle microfibre

Per ottenere un effetto ottimale non c’è bisogno d’altro che delle microfibre di cheratina o cotone. Le case produttrici però producono anche una serie di strumenti che sono in grado di aiutare il cliente nell’applicazione delle fibre.

Un prodotto che può essere particolarmente utile in alcuni casi è lo spray fissante. Solitamente non è necessario usarlo, soprattutto quando si decide di optare per microfibre di cotone, ma esiste almeno un caso in cui l’uso è fortemente consigliato. Portare i capelli rasati è pratica comune di chi è colpito da diradamento e calvizie. E un metodo che permette di nascondere il diradamento. Purtroppo però i capelli corti non trattengono bene le fibre, quindi in questi casi si consiglia di accompagnarne l’uso con uno spray fissante.

Un altro strumento, utile ma non essenziale, è il pettinino, particolarmente utile per l’applicazione delle fibre nella zona frontale della testa. Esso simula l’attaccatura dei capelli e permette un’applicazione precisa e priva di sbavature e sprechi di prodotto.

Qualcuno potrebbe preferire spruzzare le microfibre per capelli sulla testa invece di applicarle con l’applicatore in dotazione. La pompetta permette questo tipo di applicazione perché si avvita sulla confezione e facilita l’applicazione del prodotto, evitando al contempo che le fibre volino in giro e vadano sprecate.