Caduta stagionale dei capelli

Caduta stagionale dei capelli

15 Maggio 2018 0 Di Giorgia Sammarco

La primavera è il periodo dell’anno tradizionalmente legato alla caduta stagionale dei capelli. In alcuni soggetti il fenomeno della caduta dei capelli risulta più intenso oltre che in primavera anche durante la stagione autunnale.  Chi è colpito da un’intensa perdita dei capelli durante questi periodi solitamente si mette in allarme, pensando che qualcosa di male sta accedendo alla sua chioma. In realtà quello della perdita stagionale dei capelli è un fenomeno assolutamente fisiologico e che non deve affatto allarmare chi ne è colpito. Per tranquillizzarti un po’, cerchiamo di capire meglio perché questo fenomeno si verifica.

Caduta stagionale dei capelli: l’effluvio

La perdita dei capelli stagionale ha un nome e si chiama effluvio. Il fenomeno può essere paragonato a quello che colpisce alcune specie animali, che in determinati periodi dell’anno sono colpiti dalla muta del pelo.

I capelli umani, come il pelo degli animali, vengono periodicamente sostituiti da nuovi capelli. Questo avviene perché il capello ha un ciclo di vita ben determinato che consiste nella sua formazione, crescita e poi caduta. Quelli che cadono in primavera sono capelli che sono giunti alla fase Telogen, quella finale di vita di un capello.

La prova che i capelli caduti si trovano in fase Telogen è data dalla loro conformazione all’estremità. Questi capelli terminano con un rigonfiamento, che indica che le guaine che lo rivestono non sono più intatte. Se i capelli caduti non dovessero avere questo aspetto, allora dovremmo preoccuparci perché si tratterebbe di capelli ancora in fase Anagen.

Un’ulteriore prova è costituita dal fatto che la perdita dei capelli è generalizzata. Con l’alopecia androgenetica la caduta dei capelli si localizza sulle tempie e nella parte superiore del cuoio capelluto, mentre non riguarda assolutamente altre zone. Se la caduta dei capelli si verifica su tutta la testa, possiamo stare tranquilli perché non si tratta di alopecia androgenetica.

La preoccupazione principale di chi in questi periodi si ritrova con una quantità anomala di capelli nella spazzola è quella di rimanere calvo. Questa possibilità non esiste perché i capelli in fase Telogen cadono proprio dietro la spinta di altri capelli nuovi che si stanno formando nel bulbo. Al posto dei capelli caduti quindi spuntano dei capelli nuovi, più sani e forti.

Caduta dei capelli stagionale: rimedi

Probabilmente stai pensando di correre ai ripari, ma intervenire contro la caduta stagionale dei capelli è inutile. Come già detto, i capelli che cadono in questa fase vengono sostituiti da nuovi capelli che si stanno sviluppando già nel bulbo pilifero. Usare dei rimedi ti farà solo sprecare del denaro perché la situazione si risolverebbe comunque da sola nell’arco di alcuni giorni. Le case cosmetiche sponsorizzano puntualmente dei rimedi contro la caduta stagionale dei capelli, ma si tratta di trattamenti del tutto inutili. Dato che i capelli alla fine ricrescono, si penserà che il trattamento abbia funzionato, quando in realtà i capelli sarebbero cresciuti comunque, con o senza trattamento.