Calvizie femminile: cause e rimedi

Calvizie femminile: cause e rimedi

7 Novembre 2018 0 Di Giorgia Sammarco

La calvizie non è solo un problema maschile, ma può colpire, con amplificazione del disagio, anche le donne. Sapevi che una donna su quattro soffre di calvizie? Si tratta quindi di un problema abbastanza diffuso. Negli ultimi anni infatti la calvizie è diventata una problematica anche femminile.

Sono molte le cause che possono provocare la calvizie femminile, ma, fortunatamente, in molti casi è possibile porre rimedio a questo inestetismo anche senza ricorrere a rimedi costosi e invasivi. Scopriamo insieme le cause e i rimedi contro la calvizie femminile.

Calvizie femminile: le cause

Le diffusione della calvizie femminile negli ultimi anni è piuttosto preoccupante. Le cause possono essere varie, ma spesso sono legate ad uno stile di vita poco salutare. Nella maggior parte dei casi la caduta di capelli nelle donne è il risultato di più concause.

Le forme più diffuse di calvizie femminile sono l’alopecia areata, l’alopecia da trazione, l’alopecia da stress e l’alopecia androgenetica femminile: la prima ha origine autoimmune, la seconda e la terza sono legate a cattive abitudini e ad uno stile di vita sregolato, mentre l’ultima, che è molto più diffusa di quanto si possa credere, è dovuta a squilibri ormonali.

Tra le cause legate a squilibrio ormonali ci sono:

  • sindrome policistica ovarica
  • squilibri degli ormoni tiroidei
  • gravidanza
  • menopausa

Tra le cause legate invece allo stile di vita troviamo:

  • carenze di ferro, zinco, magnesio e vitamina B
  • dieta squilibrata
  • stress

Infine la calvizie femminile può essere collegata ad alcune malattie autoimmuni come il lupus o essere la conseguenza di operazioni o dell’assunzione di farmaci.

L’alopecia androgenetica, a cui abbiamo già accennato, è invece legata ad una produzione anomala di testosterone, ormone maschile che regola l’attività degli organi sessuali e determina i caratteri sessuali secondari. Questo ormone è la causa principale della calvizie maschile, ma può anche determinare quella femminile. Pur trattandosi di un ormone maschile, infatti il testosterone viene normalmente secreto in piccola parte anche dalle donne. Una produzione anomala determina l’alopecia femminile.

Calvizie femminile: i rimedi

Individuare le cause della calvizie e intervenire tempestivamente è molto importante. A volte i follicoli anche se non producono più capelli sani sono ancora attivi e solo intervenendo tempestivamente si riesce a riportarli ad una condizione normale.

In presenza di calvizie femminile la prima cosa da fare è un esame del capello per determinarne le reali cause. L’analisi del capello però spesso non basta. La calvizie femminile ha, come abbiamo visto, cause complesse e spesso concatenate. Le ragioni spesso sono legate allo stile di vita o a malattie e quindi un check up medico può essere necessario per risalire alle vere cause.

Non è possibile segnalare un rimedio univoco contro la calvizie femminile perché per ripristinare i capelli alla loro condizione ottimale bisogna tener conto delle cause che ne hanno provocato il diradamento. Ogni tipologia di calvizie richiederà dunque interventi specifici.

Ma cosa fare mentre si aspetta l’esito del trattamento? Si possono utilizzare le microfibre di cheratina o di cotone. Le microfibre o hair fibers sono un sistema rivoluzionario per coprire i capelli diradati. Si applicano dopo lo shampoo, su capelli ben asciutti, e restano in posa fino allo shampoo successivo. I risultati sono davvero soddisfacenti e nessuno si accorge dei capelli che mancano. Le microfibre possono essere usate in concomitanza con qualsiasi trattamento medico, quindi mentre aspetti l’esito del tuo trattamento puoi tranquillamente usarle per sentirti a tuo agio con te stessa e con la tua chioma.