Che significa avere capelli sani?

Che significa avere capelli sani?

23 Luglio 2018 0 Di Giorgia Sammarco

Si parla sempre della necessità di avere dei capelli sani, ma cosa significa concretamente? Cosa definisce un capello in salute? Per comprenderlo è doveroso partire dalle origini, spiegando cosa sono i capelli.

Che cosa sono i capelli

I capelli hanno la stessa consistenza dei peli che ricoprono il nostro corpo. Tra i peli bisogna fare una distinzione tra peli vellus e peli terminali.  I peli vellus sono più sottili, nascono in follicoli di piccole dimensioni, ma associati ad una grossa ghiandola sebacea. I peli terminali sono più grossi e spessi, nascono da follicoli di grandi dimensioni, ma associati a ghiandole sebacee più piccole. I primi sono distribuiti su tutto il corpo, incluso il cuoio capelluto; i secondi sono collocati sotto le ascelle, sul pube, sugli arti, sul volto maschile e, ovviamente, sulla testa.

Come si compongono i capelli

I capelli sono costituiti da tre parti:

  • fusto
  • radice
  • bulbo

Il fusto è la parte esterna del capello, quella che noi vediamo, che ha uno spessore medio di 65-78 micron. E’ la parte morta del capello, che ha smesso di svilupparsi, ma che ha acquisito una straordinaria resistenza e forza grazie alla cheratina che lo avvolge completamente.

La radice è la parte interna del capello, che si immerge nel derma. E’ quella che assicura la rigenerazione del capello.

Il bulbo è la parte che si trova ancora più in profondità, in prossimità della papilla dermica. Essa produce delle cellule che spingono progressivamente verso l’altro quelle prodotte anteriormente. E’ qui quindi che nasce il capello così come noi lo vediamo, perché è in questa regione che le cellule prodotte dalla papilla dermica iniziano a cheratinizzarsi.

Come si compone il fusto

Il capello che vediamo (fusto) è costituito da tre sezioni:

  • cuticola
  • corteccia
  • midollo

La cuticola è una pellicola sottile che protegge il capello. Essendo esposta all’esterno, è quella che maggiormente subisce danneggiamenti quando i capelli non vengono trattati nella maniera corretta. Quando risulta rovinata da agenti atmosferici e prodotti e trattamenti aggressivi, i capelli assumono un aspetto poco gradevole al tatto e alla vista.

La corteccia è lo strato intermedio, ed è quello più spesso del fusto. Contiene anche la melanina, che determina la colorazione del capello. Quando si utilizzano trattamenti per modificare il colore dei capelli, si va ad intervenire su questa zona del capello. La cuticola infatti non contiene melanina ed è totalmente trasparente. La corteccia delle persone che sottopongo i propri capelli a trattamenti chimici coloranti, risulta molto rovinata. Nei casi più gravi la corteccia può addirittura risultare completamente consumata.

Il midollo è lo strato più interno del fusto, ed è formato da cellule arrotondate.

Come mantenere sani i capelli

Adesso che conosciamo la struttura dei capelli, possiamo capire anche come mantenerli in perfetta salute. Abbiamo già visto che tinture e decolorazioni non fanno bene alla corteccia, quindi andrebbero evitate. Utilizzare dei prodotti naturali per proteggere la cuticola, accompagnandola nella sua funzione protettiva del capello, è un’altra buona idea.

Dobbiamo anche sfatare un mito: quello che tagliare i capelli li renda più forti. Come abbiamo visto, i capelli che noi vediamo all’esterno sono costituiti da cellule morte. Le cellule vive, che fanno sviluppare il capello, si trovano nel derma. Sul fusto possiamo fare ben poco, se non proteggerlo e cercare di mantenerlo in salute evitandogli trattamenti stressanti. Il taglio dei capelli risulta pertanto inutile perché non incide sullo sviluppo del capello vivo, che ha luogo all’interno del derma.